Featured Slider

Pietra per Pizza Hans Grill

Qualche anno fa complice una puntata di #Masterchef USA avevo scoperto la pietra refrattaria, in quell'episodio gli aspiranti chef si cimentavano in varie preparazioni su questa pietra fino ad allora a me sconosciuta, così mossa da buone intenzioni e complice il periodo " faccio e mangio solo pane in casa da me"  l'ho acquistata ma...da inesperta ne ho presa una troppo sottile che non ha dato il risultato sperato, ci avevo messo una croce sopra...fino a quando non ho avuto l'occasione di provare la Pietra per Pizza Hans Grill...

Cosa dire riguardo a questa pietra..bhè mi sono ricreduta, e non ne farò più a meno, ho provato ad utilizzarla oltre che per cuocere la pizza anche per preparare dei biscotti e cuocere una bistecca! di seguito le mie ricette.

Prima di iniziare va detto che la pietra @hans_grill misura misura 38x30x1,5 cm questo le permette di adattarsi a qualsiasi forno e anche al BBQ! sì perchè questa pietra si presta anche ad cuocere poggiata sul  bbq di casa.

Prima di utilizzarla ho svolto queste semplici operazioni:
_ con un panno umido NON bagnato ho pulito pala e pietra 
_ posizionato la pietra a forno freddo sulla grata di mezzo.
_ acceso  il forno alla massima temperatura,  per sicurezza io l'ho preriscaldata per 20 minuti ma bastavano anche 15 minuti, tutto dipende dalla potenza del vostro forno.

Prima prova: Pizza
Per la pasta della pizza potete leggere qui la mia ricetta, una volta pronta ho steso la pasta sopra un foglio di carta forno e l'ho condita con pomodoro (a cui avevo precedentemente aggiunto olio e sale) e mozzarella, con l'aiuto della pala l'ho fatta scivolare sulla pietra e cotta per 6 minuti perché avevo messo molto condimento, altrimenti ce ne voglio di meno.
Sono rimasta sbalordita perché in pochissimi secondi la pasta "faceva le bolle" come se stesse cuocendo in un vero forno da pizzeria, nonostante io abbia lasciato la carta forno per paura di sporcarla (per la cronaca l'ho sporcata lo stesso tirando fuori la pizza...) la pizza è risultata perfetta e io che la preferisco sottile era della croccantezza giusta, perfetta.


Seconda prova: Biscotti
Sull'onda del "ma perché no?" ho provato a cuocere i cookies americani con gocce di cioccolato, come ben sapete si preparano delle palline che con il calore del forno pian piano si appiattiscono, con la cottura su pietra, i biscotti si cuociono a 170° forno ventilato in 15 minuti, ho utilizzato la carta forno anche in questo caso come prova, i biscotti risultano croccanti ma rimangono un po' bombati come in foto.






Terza Prova: coppa di maiale 
Avevo in casa delle fette di coppa, le ho avvolte con della scamorza e infilzate in uno spiedo messe su pietra con carta forno (indispensabile la pala per poterle posare) e cotte per 10 minuti per lato visto che le mie fette erano spesse 1 cm. Il risultato? da provare assolutamente.
Pulizia: 
Rassegnatevi...una volta macchiata rimane così...come dire vissuta, l'importante è che una volta raffreddata raschiate via col dorso di un coltello le parti secche e bruciate, poi aiutandovi con una spugna a nido d'ape e del sale fino strofinate sulle parti in causa fino a togliere tutti i residui, spolverate via il sale e con un panno umido passate la pietra e riponetela in un luogo asciutto o nella sua scatola che ha tutte le protezioni che servono per non romperla.



@hansgrill #hansgrill




Spaghetti di riso e mais con ragù bianco di Seitan linea Vegamo e linea Vivo Meglio MD


Sono sempre stata molto attenta a ciò che mangio, a seguire una dieta bilanciata, sana e gustosa al tempo stesso, per questo quando ho  avuto l'opportunità di provare i prodotti della linea Vegamo e la  Linea Vivo meglio dei Supermercati Md ne sono stata entusiasta! 

Da amante  della pasta e del gusto senza rinuncia ho pensato di preparare degli spaghetti di riso e mais gluten free e vegani con un  ragù di seitan bianco, di seguito la ricetta.


INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

1/2 confezione di Seitan Vegamo
1/2 cipolla
1 carota
1 gamba di sedano
160 gr di spaghetti di mais e riso linea Vivo Meglio supermercato MD
10 gr aghi di rosmarino secchi
2 foglie di alloro
1 arancia
1 pizzico di semi di sesamo
Q.B.  olio, sale



Per prima cosa dobbiamo preparare il brodo vegetale, quindi mettiamo a bollire l’acqua con una presa di sale assieme a carote, sedano e cipolla, tempo di 1 ora e il brodo è pronto.
Mettiamo a bollire l’acqua per la pasta, io ho scelto gli spaghetti di mais e riso linea Vivo Meglio di MD, sono vegan e gluten free e devo dire che gli ho trovati ottimi, sia nel sapore che nella tenuta della cottura, la confezione indica un tempo di cottura di 9/10 minuti, io li ho cotti per 8 minuti in acqua salata e gli ultimi 2 minuti gli ho cotti mantecandoli nel ragù, perfetti.

Preparazione del ragù, dividete in 2 il panetto di seitan Vegamo e  tagliatelo a mirepoix (quadratini piccoli) prendete dal brodo vegetale  1 carota,1 gamba di sedano e  ½ cipolla dal brodo, e cercate di tagliarle della stessa grandezza del seitan, prendete il rosmarino, sminuzzatelo e spezzettate in 4 le foglie di alloro. A questo punto prendete il trito e mettetelo in una padella calda con un filo di olio e soffriggete il tutto per 2 minuti, aggiungete 150 gr di brodo vegetale e cuocete a fiamma bassa per 5 minuti in modo da ridurre i liquidi. Ricordatevi sempre di assaggiare per sapere se aggiungere il sale.

Impiattamento: Dopo aver saltato la pasta mettetela  in un piatto potete aiutarvi nell’operazione con  un mestolo, prendete 1 arancia e grattate un po' di buccia senza arrivare al bianco, questo darà alla vostra pasta quella nota aromatica in più e spolverate un pizzico di semi di sesamo per dare croccantezza al piatto.


Se ti va di replicare la mia ricetta ricorda di taggarmi @cucinoincasa
#vegamo #lineavegamo #mdspa #buonaspesaitalia
#vegano #vegetarianismo #vegetariano #cucinavegetariana #instavegetariano
 #cibovegetale #cibovegetariano #dietavegetariana #ad


Condominio Regina la Bigusto che unisce

Cos'è il CONDOMINIO REGINA? È lo stare bene insieme, ovunque e ogni volta che si può, e condividere momenti gioiosi... magari davanti a una bella fetta di Pizza Regina La Bigusto, l'unica pizza metà margherita e metà farcita, perfetta da condividere con chi vuoi! Vuoi unirti a noi?


Ecco con questa premessa potevo non iscrivermi al concorso indetto da Pizza Regina Cameo? Bhè l'ho fatto e... sorpresa! Sono una dei 20 finalisti e HO VINTO una social eating  del Condominio Regina! Emozione, stupore e l'idea della pizza gratis mi hanno reso felicissima! 

Se vi chiedete cosa sono le social eating vi rimando al sito di Gnammo dove potete scoprire tutte le iniziative degli Gammers e iniziare a prendervi parte, si mangia, si stringe amicizia e ci si confronta.



Le immagini della serata le trovare  sul mio profilo Instagram @cucinoincasa cliccate like e condividete! ;o)


Se vi chiedete com'è la nuova pizza Bigusto? bhè è davvero buona, ben farcita con una base croccante e sottile e una farcia perfetta e abbondante, il mio lato preferito? entrambi...sono nata sotto il segno dei gemelli questa pizza mi rappresenta ;o)



#labigustocheunisce
#condominioregina
#socialeating
#gnammo






Fancytoast Milano

Nuova apertura a Milano per FancyToast, il locale ispirato ai trend gastronomici di San Francisco che nel 2016 ha introdotto in Italia sapori e profumi della West Coast con l’iconico open toast californiano, un sola fetta di pane spessa un pollice, 2,5 cm, farcita con equilibrati accostamenti gustosi, colorati e stravaganti.
Dopo l’esperienza del piccolo locale in via Volta e una stagione estiva passata a Formentera con un temporary store, FancyToast ha raccolto richieste, idee, opinioni e recensioni degli utenti e le ha trasformate nel nuovo locale in via Vittor Pisani 13, mettendo in campo tante novità accomunate da un unico scopo: permettere ai milanesi e ai turisti di immergersi, anche con il palato, nel puro mood californiano fatto di relax, informalità, leggerezza e “good vibes”.
Non solo toast: sul piano del cibo, il menu si allarga a 31 proposte salate che affiancano i dolci, la caffetteria e le combinazioni per i diversi momenti della giornata. 

location
Il nuovo ristorante, 250 mq situati a metà strada tra la stazione Centrale e Piazza della Repubblica, si sviluppa con 80 posti a sedere su due piani in un’atmosfera calda e accogliente, resa possibile dal caratteristico design che alterna pattern, neon e inconfondibili richiami alla California. Compaiono una spaziosa cucina a vista, una sala studiata per appuntamenti di lavoro o riunioni e una nuova caffetteria attrezzata per proporre diverse tecniche di estrazione del caffè. Il “West Coast taste” è declinato in diversi momenti, dall’alba al tramonto: colazione, pranzo, aperitivo, ma anche pause veloci e brunch domenicale.

Le nuove proposte
Otto nuovi toast, ordinabili anche come tacos, omaggiano la cultura gastronomica californiana della commistione di generi figlia della multietnicità e della tendenza a contaminare. Tra questi, il Pastrami Toast - pastrami di manzo, insalata riccia, datterini confit, cetriolini sott’aceto, mais tostato e fiori eduli, servito con maionese alle senape – il Mangambero Toast – mango a cubetti, tartare di gamberi, spuma di formaggio fresco al curry, germogli di barbabietola, sesamo nero e menta, servito con maionese agli agrumi – e il Pacific Toast, con hummus di ceci, battuto di gamberi, rucola, lime grattugiato, fiori eduli e bacche di goji, servito con crème fraîche al prezzemolo. Rimane invece invariata la colonna portante dei fancy toast, il pane multicereale creato in occasione della prima apertura. Con il nuovo locale arrivano anche le bowl, grandi insalate miste in ciotola, come la Tropical salmon bowl: misticanza, salmone affumicato, mango a  cubetti, passion fruit, peperoncino, panko,  coriandolo, fiori eduli e maionese al wasabi.

I momenti
Per la colazione, il Breakfast Menu spazia dai croissant al burro farciti ai pancakes, dolci o salati, dalle semplici spremute fresche al più sofisticato yogurt greco con crumble, banana, crema di nocciola e  scaglie di cocco. The Golden Hour, l’aperitivo, è invece il momento per degustare originali birre statunitensi o cocktail, dai grandi classici ai caratteristici Blue Hawaii, Sunny Day Gin o Vanilla Bay Breeze. Per il brunch della domenica, dalle 11 alle 15, è possibile scegliere il tradizionale Original Brunch, adatto agli stomaci più esigenti, o l’Easy-Peasy Brunch, indicato per chi ama gli approcci più leggeri.  P

er tutti gli altri momenti, è previsto l’All-Day Menu che propone piatti a base di uova e verdure, come il triplo pancakes con uovo fritto, bacon croccante e una pioggia di erba cipollina.

Instagram
Il nuovo locale, oltre ad aggiungere uno zero alla metratura del primo, cresce anche dal punto di vista dell’instagrammabilità: l’architettura degli spazi, i volumi, le luci, il design, l’arredamento e i piatti stessi sono studiati perché le foto siano il più possibile suggestive e in linea con le atmosfere californiane. Una scelta che intende rendere più interattivo e divertente, soprattutto per i più giovani, il momento della condivisione sui social, Instagram su tutti.

---
FancyToast nasce a Milano nel 2016 per portare in Italia un concetto di ristorazione che negli ultimi anni ha rivoluzionato il mondo gastronomico californiano, storicamente scarso di tradizioni proprie ma ricco di tradizioni provenienti da ogni angolo del mondo. Questa caratteristica, unita alla propensione statunitense per il consumo di “fast-food” e di “junk food”, ha reso per decenni la cucina californiana un terreno di sperimentazione culinaria senza una direzione o un’identità particolare. Tuttavia, nell’ultimo decennio, si è registrato un cambiamento sostanziale che ha modificato lo stesso stile di vita dei californiani: è cresciuta l’attenzione per termini come “healthy” e “fast-good” e per tutto ciò che comportano rispetto alle abitudini alimentari. Un vero e proprio movimento, con epicentro a San Francisco, che vede aumentare la ricercatezza nel consumo dei pasti veloci tipici della cultura nord-americana. In principio questo  movimento è nato attorno ad alcune bakery e cafè di San Francisco che hanno iniziato a sostituire nella preparazione del loro prodotto di punta, l’open toast, le farine raffinate con farine integrali e gli agenti lievitanti chimici con il lievito madre, aggiungendo all’impasto semi, spezie e aromi naturali. Un’inversione di tendenza che ha coinvolto presto altre categorie legate al cibo.

#FancyGoesBigger #WestCoastTaste #FancyToast  @cucinoincasa

Tagliatelle paglia e fieno con sugo di noci e pomodorini multicolor di Fruit24

Io son tra quelle persone fortunate che possono contare su prodotti freschi amorevolmente coltivati dai  propri genitori, per cui da sempre sono propensa al consumo  di frutta e verdura sempre e comunque.


Per questo sono stata entusiasta di aderire al progetto di Fruit24  promosso da APO CONERPO, la più importante associazione di produttori ortofrutticoli, vuole informare il consumatore sull’importanza e la piacevolezza di introdurre frutta e verdura nella dieta quotidiana, suggerendo menu legati alle stagioni e ai diversi momenti della giornata.
Fruit 24 spiega come frutta e verdura siano alimenti freschi, naturali, facili da usare, piacevoli e convenienti, in linea con le più moderne tendenze alla prevenzione e al benessere e suggerisce nuove modalità di consumo nell’arco della giornata, dalla colazione allo snack serale.
menu di Fruit 24 suggeriscono, per le diverse fasce orarie, ricette a base di frutta e verdura, illustrando per ciascun piatto le proprietà principali (“fai il pieno di”), il contenuto in nutrienti e alcune caratteristiche legate alla stagionalità e/o alle varietà degli ingredienti principali. Le ricette comprendono anche piatti veloci in linea con i moderni stili di vita, come snack adatti al fuori casa (ufficio, palestra, scuola), drink e piatti unici.

Nelle mie ricette ho sempre utilizzato frutta e verdura di casa, e lo confesso ero sì contenta ma preoccupata allo stesso tempo di provare i prodotti di Fruit24  temevo di non trovare i sapori genuini a cui sono abituata e...sono stata felice di ricredermi prodotti FRESCHI e BUONISSIMI ogni ortaggio o frutto aveva un sapore autentico io sono stata colpita dai pomodorini multicolor dolcissimi meglio di quelli coltivati dai miei (mamma e papà non odiatemi) e ho pensato di abbinarli alla mia pasta preferita le tagliatelle paglia e fieno, qui la ricetta:

Ingredienti:
1 vasetto di sugo di noci già pronto (sì non avevo voglia di prepararlo) 

2 nidi di tagliatelle paglia e fieno (trovate la ricetta nel blog)  a persona
a sentimento pomodorini multicolor

Preparazione:
lavare, asciugare e tagliare a metà i pomodorini, metterli in una teglia e conditeli con un filo di olio evo, un pizzico di sale e di zucchero e infornateli in forno statico a 180° per circa 15 minuti (dipende dal vostro forno) e aggiungeteli alle tagliatelle paglia e fieno già cotte e condite con il sugo di noci.

Perché questo abbinamento? Secondo me la pasta all'uovo ben si sposa alla dolcezza dei pomodorini cotti al forno e la nota amarognola del sugo di noci bilancia il tutto.


la mia ricetta la potete trovare anche qui:  sul sito di Fruit24 

Facebook @fruit24 
 Instagram @fruit.24 
 #Fruit24

Congusto Gourmet Institute - Corso Torte da Credenza

Congusto nasce nel 2003, all'inizio è centro di cultura del buon ricevere e una scuola di cucina per amatoriSette anni dopo nasce un percorso di studi per Chef professionisti.
Nel 2015 la scuola di cucina Congusto Gourmet Institute dà il via a corsi di cucina italiana per stranieri, ottiene l’accreditamento dalla Regione Lombardia, Congusto diventa così il primo campus per le discipline gastronomiche dove si svolgono corsi professionali di cucina, pasticceria, panificazione e si formano i migliori Chef, Pasticceri, Panificatori, Pizzaioli, Pastai, Manager di Sala.
Oggi la scuola di cucina professionale Congusto Gourmet Institute, con 7 aule attrezzate con le più moderne attrezzature da cucina, rappresenta la più ampia concentrazione di spazi formativi in ambito culinario con sede a Milano, città che da sempre rappresenta un punto di riferimento nella formazione internazionale e nella professionalità italiana. Gli allievi che frequentano i corsi professionali di Congusto ogni anno, in classi a numero chiuso, vengono tutti collocati in stage alla fine del percorso di formazione, rappresentando un invidiabile primato per il gruppo. Ad aprile 2018 DBInformation S.p.A. – Italian Gourmet diventa partner di Congusto Gourmet Institute, l’offerta didattica si amplia con contenuti esclusivi e docenti stellati. Agli studenti dei percorsi professionali e dei corsi amatoriali vengono offerti contenuti sempre più di alto profilo supportati da testi di approfondimento e prodotti editoriali monotematici e la partecipazione a speciali condizioni agli eventi organizzati dalla casa editrice Italian Gourmet.

La mia esperienza:
Spinta dalla curiosità ho preso parte al corso amatoriale Torte da credenza, ossia quei dolci vintage a cui sono tanto affezionata, come la torta Saint Honorè la mia preferita in assoluto...anzi se ci sono pasticceri in ascolto il 2 giugno giorno del mio 40° compleanno è vicino riceverla mi renderebbe molto felice ;o)
In questo mio percorso da blogger ho assistito a showcooking e corsi ma devo dire che questa è stata una bella esperienza, innanzitutto il corso si è volto in una cucina professionale stando ben attenti a rispettare le norme igieniche,  il corso era ben sviluppato e con un'ottimo docente, che ha saputo spiegare anche a chi non aveva mai e poi mai preparato un dolce in vita sua come fare per realizzarli a casa.
Io vi lascio la mia ricetta preferita della giornata i Religieuse Craquelin alla crema 

Eclaire Pasta choux
Ingredienti:
200 gr di acqua
200 gr di farina w 170
100 gr di burro
6 uova 
1 pizzico di sale

Preparazione:
Portare a bollore l'acqua con il burro, unire tutta in una volta la farina e far asciugare sul fornello, far scendere di temperatura l'impasto prima di aggiungere le uova uno alla volta, una volta amalgamate mettete l'impasto in una sacca e formate su carta da forno le religieuse  e posizionare sopra il craquelin, cuocere in forno con modalità calore sopra e sotto a 180° per 10 minuti.

Craquelin
Ingredienti:
100 gr di burro
12 gr di zucchero a velo
100 gr di farina w 170
a piacere colorante alimentare 

Preparazione:
mettere tutti gli ingredienti in planetaria e formare una pasta frolla, appiattire con un mattarello l'impasto tra 2 fogli di carta forno, tagliare della misura dell'eclaire e posizionarlo sopra. 

Per la farcia, quella che preferite, sono buonissimi anche vuoti ma una crema pasticcera o al cioccolato o al pistacchio vanno più che bene. 






le alte foto del corso sul mio profilo instagram e Facebook









Conosci lo Scotch Haggis?

...io ho una sorella viaggiatrice e ogni qualvolta va all'estero le chiedo di portarmi un prodotto tipico, come souvenir dalla Scozia le avevo chiesto L'haggis simobolo della "tradizione scozzese" essendo io amante delle frattaglie e qui vi spiego cos'è:

L'haggis è un insaccato di interiora di pecora (cuore, polmone, fegato) macinate con cipolla, avena e grasso di rognone, sale e spezie, viene insaccato nello stomaco dell'animale e bollito per 3 ore.
Ovviamente quello esportabile è avvolto in un budello sintetico trasparente e va cotto in acqua calda per 35 minuti, io l'ho aperto con un coltello e non con una spada come dice la tradizione e servito su un morbidissimo purè di patate. 

Se vi chiedete com'è? era buono, sembra un polpettone con dentro dei cereali ed è molto, molto pepato ma io adoro anche il pepe quindi per me era buonissimo.